disegno-studio

Studio a matita di Guido Fabbri.

___________________

Questa chiesa si trovava ad angolo tra via Soardi e via Sigismondo. I parrocchiani erano pochi, perché lì vicino vi era la parrocchia di Sant’Agostino.

Mi ricordo di questa chiesa perché per il terremoto del 1916 era rimasto danneggiato il campanile e costruimmo diverse chiavi e ferramenta per rinforzarlo. Come parroco vi era una sacerdote anziano di cui non ricordo il nome. Alla sua morte fu sostituito da don Garavelli. Durante l’ultima guerra fu completamente distrutta dai bombardamenti, non fu più ricostruita e la parrocchia fu inglobata in quella di Sant’Agostino.

Quando fu ultimata la nuova chiesa parrocchiale di San Giuliano Mare fu nominato parroco don Garavelli.

In quell’anno dipinsi Santa Maria Goretti, lui la venne a vedere, mi chiese se gliela potevo regalare e io accettai.

Quando gliela portai lui mi aspettava sulla porta della chiesa con i parrocchiani. Fu portata all’Altare Maggiore e, per l’occasione, fu tatto un triduo frequentato da molti parrocchiani, con grande soddisfazione del parroco.

Annunci