Manca una settimana esatta a Natale e se siete nella fase in cui state decidendo il menu da proporre in tavola, permettetemi un suggerimento 🙂

A un anno di distanza dalla pubblicazione della super ricetta dei Cappelletti della nonna Teresina, anche per questo Natale voglio farvi un regalo e condividere con voi un piccolissimo, prezioso elemento della storia della mia famiglia. Ma anche quest’anno, vi racconto qualcosa di quello che c’è dietro a questa squisita ricetta.

La nonna Teresina, alla nascita (nel lontano 1900) Teresa Muccini, era una persona delicatissima, molto dolce nei modi e nelle (pochissime) parole, sempre pronta e attenta, sempre lieta. A Natale e a Pasqua, dopo i famosi Cappelletti, l’altro piatto immancabile nel nostro menu era questo dessert. Essendo la nonna venuta a mancare quando io avevo 14 anni, ho avuto modo di conoscere solo la versione “per bambini” di questa ricetta, ovvero senza pan di spagna e senza liquore. E mi perdoneranno gli estimatori di questo dolce ma, per me, la Zuppa Inglese più vera sarà esattamente fatta così: solo lo strato di crema + lo strato di crema al cioccolato, possibilmente servita in una bella zuppiera di vetro per ammirarla bene anche in trasparenza. Ma non preoccupatevi; quella che trovate sotto è la ricetta “per adulti”, col pan di spagna e il liquore 🙂

Purtroppo anche la Zuppa Inglese della nonna l’ho potuta mangiare poche volte; ma anche di questa, se mi concentro per pochi istanti, recupero intatto il perfetto ricordo della consistenza e del sapore!

Ecco il mio regalo di Natale ai lettori del Blog di Nonno Guido; se decidete di cimentarvi con questa ricetta, fatemi sapere com’è andata! Buon Natale a tutti!

Francesca

ricetta-zuppa-inglese-light

Annunci